Abbiamo ricevuto numerosi messaggi da parte dei Soci che in questi giorni hanno visto respingere la propria domanda all’INPS fatta a inizio marzo per l’assegno di 600€ e vorremmo dare qualche informazione in più sul perché non è stata accolta e su come fare la nuova richiesta.

La domanda in questo caso non è stata accolta perché secondo l’art. 38 del decreto Cura Italia (pubblicato il 18 marzo) non vi era diritto per questa richiesta specifica che era riservata solo per lo spettacolo e non ha specificato se poteva essere concessa agli intermittenti.

Il successivo decreto interministeriale 10 del 30 aprile, pubblicato il 4 maggio, ha stabilito invece che gli intermittenti hanno diritto all’assegno per marzo, ma in base all’art. 44.

Il portale dell’INPS non ha ancora messo on line la domanda e stiamo aspettando che venga implementato. Non appena disponibile, in base al Decreto Rilancio, gli intermittenti potranno chiedere l’assegno di 600 € anche per aprile e maggio.

Stiamo ovviamente lavorando con le Istituzioni e le Parti Sociali per fare in modo che l’implementazione sul sito INPS avvenga nel più breve tempo possibili dato che le tempistiche sono ormai imbarazzanti per un settore in estrema sofferenza.

Insieme alla Rete Shownet di cui facciamo parte abbiamo inviato una nuova lettera aperta a Governo e INPS perché rispettino e ascoltino il nostro settore.

Non appena ci saranno aggiornamenti e la procedura sarà disponibile manderemo una comunicazione ufficiale a tutti i nostri soci: sulla intranet troverete oltre a questo articolo anche alcune FAQ.

Per quanto riguarda le domande invece accolte stiamo approfondendo e, anche in questo caso, non appena ci saranno aggiornamenti ve li condivideremo.

Qui di seguito anche una panoramica per riepilogare che cosa è successo in questi mesi sulle domande e l’INPS.