In queste settimane stiamo lavorando costantemente con le Istituzioni perché venga portata l’attenzione sul settore dello Spettacolo e riuscire così ad aiutare i soci della cooperativa.

In questi giorni, anche grazie al lavoro di Legacoop, che ha portato le istanze dei lavoratori precari del nostro settore, nelle Regioni Veneto ed Emilia  Romagna è stata prevista per la prima volta l’erogazione della Cassa Integrazione in deroga anche ai lavoratori intermittenti dello spettacolo, che non possono accedere al FIS, in base alla media di giornate effettivamente lavorate negli ultimi tre mesi.

Nel decreto che dovrebbe vedere la luce domani 12 marzo, dove verranno destinati all’emergenza 25 miliardi di euro,  ci attendiamo che venga prevista l’erogazione della cassa in deroga per lavoratori intermittenti per un periodo più lungo dei tre mesi e soprattutto con una dotazione economica più sostanziosa di quanto deliberato dalle Regioni.

Doc Servizi e Doc Educational il 6 marzo hanno firmato accordo sindacale per erogazione di FIS o  Cassa in deroga per tutti i lavoratori sul territorio italiano che avranno una sospensione dal lavoro in modo da aiutare e tutelare i soci delle Cooperative, in attesa della ripresa delle attività.