Doc Crew guarda oltre il Covid-19. La più grande rete di tecnici professionisti dello spettacolo ha cominciato a mettere in atto contromisure e strategie già ad inizio marzo. Gli oltre 2500 tecnici che fanno parte di Doc Crew stanno già fruendo di alcuni vantaggi, in un periodo in cui, purtroppo, gli eventi per cui lavoravano non ci sono. Uno shock sotto tutti i punti di vista, da quello economico a quello psicologico. Specie se si considerano gli oltre 4200 eventi a cui i tecnici prestavano le proprie competenze, sempre nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia di sicurezza.

“Con il gruppo Crew abbiamo da subito strutturato una serie di azioni di sviluppo da attuare in questo periodo di non lavoro, in modo da non farci trovare impreparati in futuro”, spiega Fabio Fila, responsabile del team Sicurezza e RSPP, “il progetto, condiviso con le filiali della rete Doc, riguarda la creazione di una nuova piattaforma di profilazione, la formazione obbligatoria online ed una opzionale strutturata per elevare ulteriormente le già alte competenze dei nostri soci”.

Doc Crew: strategie per dimenticare il Covid-19

L’Area Innovazione Tecnologica si è dedicata alla creazione di una piattaforma di profilazione totalmente dedicata a Doc Crew. Prima di renderla disponibile ne sono state testate le funzionalità e l’usabilità delle interfacce, ottimizzando il database dei soci per permettere l’accesso a tutti i tecnici della cooperativa. Ora i soci che non l’avessero ancora fatto possono compilare i propri profili, inserendo alcuni dati che consentiranno di mostrare a tutti ruoli e capacità spendibili nel mondo del lavoro.

Dopo molto impegno è arrivato anche il benestare che permette di svolgere online la formazione obbligatoria per la sicurezza. I soci possono seguire i corsi in videoconferenza. 3 gli appuntamenti settimanali che permetteranno ai soci di mettersi in pari a livello formativo, con corsi per rischio elevato, preposto, rischio elettrico e rischio chimico, ottimizzando il tempo a disposizione. “Vorremmo portare avanti questo tipo di approccio anche dopo che tutto sarà tornato alla normalità”, fa sapere Fabio Fila. La modalità di interazione online, infatti, permette di snellire tempistiche e costi di spostamento.

doc_crew_fonico

Ma le opportunità e le strategie dedicate ai soci non finiscono qui. Sono infatti stati approntati una serie di webinar e corsi gratuiti dedicati ai tecnici Doc Crew. Sono disponibili grazie a Tech Academy, la prima piattaforma rivolta ai tecnici del mondo dello spettacolo, con una media di 3 appuntamenti settimanali. Si va dai talk con importanti professionisti del settore ai moduli estratti dai molti corsi già in programma sulla piattaforma. Al termine dei singoli percorsi di formazione saranno consegnati i relativi attestati di partecipazione.

Il futuro

Queste sono le strategie con cui Doc Crew sta rispondendo al Covid-19, fornendo ai soci strumenti validi e regolamentati per giungere preparati al ritorno all’operatività. Fabio Fila aggiunge: “Con STEA, la rete dei professionisti della sicurezza, stiamo lavorando a progettare tutti i possibili metodi per tornare subito agli eventi. Dal nostro punto di vista è possibile con adeguate misure di gestione e insieme a un tavolo tecnico nazionale siamo pronti a fornire delle proposte al ministero”.