La crew di Doc Live, nata per aprire opportunità e facilitare i processi per gli artisti e i professionisti dello spettacolo, non è rimasta con le mani in mano durante l’emergenza Covid-19. Per reagire al coronavirus lo staff ha infatti approntato cinque differenti modalità, per una ripartenza in linea con le aspettative dei soci, dei clienti e di tutta la rete Doc. Che le permetterà di rimanere il tessuto connettivo della rete ed assicurare la gestione artistica e organizzativa, nel pieno rispetto delle norme.

Parafrasando il titolo di questo articolo, si può dire che Doc Live e Freecom si siano ispirati ad una canzone dei Fast Animals e Slow Kids, soci Doc. Nel brano, intitolato “Come reagire al presente“, il gruppo canta “Ricordatevi di noi fra trent’anni, che avremo bisogno di voi”. Una frase forte che è bidirezionale, ideale per sottolineare i 30 anni di Doc e le modalità per reagire al Coronavirus: i soci hanno bisogno di Doc, e Doc esiste in funzione dei soci. Un dualismo che giustamente trova nella musica la sua summa, così come la trovano sia la società di management Doc Live che l’etichetta discografica Freecom.

I punti per reagire al presente

Organizzazione di eventi, formazione e consulenza

La prima modalità di reazione riguarda lo sviluppo, tuttora in corso, di una piattaforma per permettere l’organizzazione di concerti e la formazione in streaming. Un modo per creare “economie eventuali”, come sostiene il Ceo Andrea Ponzoni. Questo tipo di piattaforma si inserisce perfettamente nell’attuale dibattito su come ripristinare, quanto prima, la musica dal vivo. Doc Live e Freecom sanno che per reagire al Coronavirus è necessario remare insieme nella stessa direzione.

Specie in questi tempi, purtroppo, la confusione per i musicisti è tanta. Doc Live si è quindi messa a disposizione per effettuare consulenza personalizzata su vari ambiti tecnici: dalla distribuzione all’attività discografica, dal management alle questioni editoriali. Questioni sulla bocca di tanti ma che pretendono competenza e capacità di gestione per poter essere comprese e spiegate. Doc Live lo fa attraverso quello che viene definito “Sportello virtuale”, che permette un’interazione sostenibile anche in questi tempi in cui il distanziamento sociale è un mantra inequivocabile.

Bandcamp e distibuzione digitale

rGli artisti Doc potranno anche approfittare del nuovo canale Bandcamp Freecom per vendere il proprio merchandise e dischi. “La spinta è venuta dalla possibilità concessa da Bandcamp di poter fornire agli artisti tutte le revenue in alcune giornate specifiche”, spiega Andrea Ponzoni. Questa iniziativa sarà replicata dalla piattaforma di streaming e vendita musicale il 5 giugno e il 3 luglio prossimi. Una possibilità interessante, anche considerati i risultati avuti nella giornate del 20 marzo e dell’1 maggio: rispettivamente 4,3 e 7,1 i milioni di dollari di cui hanno potuto beneficiare gli artisti. Ma Doc Live ha ulteriormente valorizzato lo sbarco su Bandcamp.

Bandcamp_Freecom
Alcune delle pubblicazioni Freecom su Bandcamp

L’1 maggio è infatti stata inaugurato con una canzone di Veronica Marchi il progetto “One Day Left”, durante il quale brani inediti degli artisti sono a disposizione dei fan e degli ascoltatori casuali per periodi di tempo limitato. “L’inedito è acquistabile e scaricabile in un giorno unico. Questa metodologia crea maggiore affezione e un filo diretto con la community, permettendo di creare un sostentamento efficace ed immediato”, chiosa Ponzoni. Che non nasconde l’entusiasmo, visto il risultato dell’esordio, cui è seguita la condivisione di un brano dal nuovo album di Marco Manzella.

Freecom offre inoltre la possibilità per tutti i soci Doc Servizi di avere la distribuzione digitale gratuita. L’etichetta della rete Doc valuta, in accordo con gli artisti, su quali piattaforme pubblicare il materiale. La scelta è ampia: da Spotify a Deezer, da Amazon ad Apple Music. Un ulteriore vantaggio per i soci è quello di poter avere un supporto promozionale base, inclusivo della stesura di un comunicato stampa e del relativo press-kit, con attività promozionale svolta da Doc-Com.